Gita all'Ile du Levant: dopo la montagna il mare, un altro incontro riuscito


 
Italia Naturista - naturismo in italia
Dopo il bellissimo soggiorno in Montagna ad Andalo (a proposito ne ha parlato anche la rivista naturista francese la Vie au soleil), abbiamo pensato di iniziare la stagione estiva con un lungo fine settimana all’Ile du Levant in Francia.

Della bellezza dell’isola, dove si trova, come si raggiunge, ne hanno già scritto dettagliatamente ed ampliamente Roberto ed Elena, il nostro intento è di descrivere, per sommi capi, come sia stato bello stare insieme per tre giorni (che per alcuni sono diventati sei), tra persone che condividono uno stile di vita: il NATURISMO.

Il viaggio è iniziato il mattino del 25 aprile 2002 con una serie d’appuntamenti per strada per poterci ritrovare tutti insieme al traghetto a Le Levandou, la maggior parte veniva dalla Lombardia ma molti erano coloro che venivano da altre regioni (Toscana, Liguria, Piemonte e dal Trentino e Lazio); alcuni poi erano partiti la sera precedente per arrivare in orario al traghetto. Arrivati a Le Levandou ci siamo imbarcati, dopo aver fatto un biglietto comitiva (in cui sono rimasti fuori i soliti ritardatari Paola e Alberto), per l’isola sotto uno splendido sole che era di buon auspicio per i giorni successivi.
Arrivati all’isola ognuno di noi è andato a sistemarsi negli alloggi a noi riservati, a Villa Marie Jeanne e da Madame Brigitte, l’appuntamento era per tutti alle 20.00, per la cena, al ristorante la Brise Marine (a dire il vero non avevamo alternative poiché era l’unico ristorante aperto).
Quasi tutti noi non abbiamo saputo resistere a spogliarci e a goderci gli ultimi caldi raggi di sole mentre aspettavamo l’ora della cena.
All’ora stabilita ci siamo ritrovati (una quarantina) al ristorante che ci ha dovuto sistemare in due sale tanto eravamo numerosi; dopo la cena, molti di noi erano molto stanchi, ci siamo fissati appuntamento di mattino seguente alla Plages des Grottes.
Il mattino del 26, a piccoli gruppi, ci siamo ritrovati tutti alla spiaggia sotto un cielo sereno e un sole caldissimo per la stagione, e ognuno si è dedicato a fare quello che più gli andava: chi chiacchierava, chi leggeva, chi giocava, chi passeggiava e chi semplicemente se ne stava oziosamente a prendere il sole.
Nel pomeriggio, formate due squadre, ci siamo sfidati a pallavolo e naturalmente abbiamo vinto tutti perché l’importante non era vincere ma divertirsi; finita la partita siamo ritornati in spiaggia a scattare la foto di gruppo e un bel bagno rinfrescante (perché il sole era estivo ma l’acqua era ancora molto fresca).
Italia Naturista - naturismo in italia
Verso sera ci si è incamminati verso casa per preparare la gran cena che si era deciso di fare tutti insieme. Il proprietario di Villa Marie Jeanne, Christian, ci ha gentilmente messo a disposizione un magnifico gran terrazzo dove abbiamo allestito una gran tavolata per tutto il gruppo.
Dobbiamo qui ringraziare tutte le donne che hanno preparato, ognuna nella propria cucina, vari tipi di pasta che sono state simultaneamente servite a tutti i commensali. Un ringraziamento particolare va anche all’unico uomo che si è cimentato ai fornelli, Marcello, e al gruppo dei genovesi che ha portato specialità di verdure per i vegetariani e il dolce fatto da loro.
La cena è finita molto tardi e innaffiata da abbondante vino ( nonostante la presenza di vari bambini e giovanissimi si è bevuto molto più vino che acqua), sembrava che nessuno di noi avesse voglia di andare a dormire tanto era piacevole stare insieme al chiarore delle stelle e della luna.
Costretti a ritornare ai propri alloggi da un gentile ma fermo Christian ci siamo ridati appuntamento al giorno seguente alla spiaggia.
La mattina seguente il cielo era splendidamente sereno ma spirava un forte Mistral che infastidiva non poco, per fortuna l’isola è piena di risorse e così molti di noi che non riuscivano a stare in spiaggia si sono messi al riparo nelle soleggiate piazzuole riparate dalle piante di corbezzolo ed erica di cui è ricca l’isola. Nel pomeriggio, calato un po’ il vento siamo tornati alla spiaggia dove molti di noi hanno giocato al gioco dei mimi ed altro.
La sera cena libera e ritrovo al bar della piazza per un gelato in compagnia.
Purtroppo il giorno successivo il 28 per molti di noi era già il giorno della partenza, e mentre alcuni sono andati alla Galére altri hanno fatto i preparativi per la partenza. Il primo a partire è stato il gruppo dei genovesi, Roberto ed Elena e Gino e Betty, seguiti da Sergio di Pisa, Maurizio e Rosalba, Stefano e Carmelita, Tullio e tutta la famiglia, Max Roberta e Jessica, Tina e Silvana e naturalmente ultimi Paola e Alberto.
Italia Naturista - naturismo in italia
Quando, la sera ci siamo ritrovati praticamente dimezzati è stato un po’ triste , per fortuna con l’ultimo traghetto della domenica sono arrivati Pietro e Donatella con Tommaso e la piccola Lucia (che è poi diventata inseparabile compagna di giochi di Sonia).
Pur rimasti meno numerosi abbiamo passato ancora due giorni bellissimi, trascorsi tra passeggiate per l’isola e lunghi riposi soleggiati, tra freschi bagni d’acqua marina e calde saune ritempranti a fine giornata (sauna messaci a disposizione gratuitamente da Villa Marie-Jeanne).
Naturalmente in questi giorni non abbiamo solo oziato, io e Franca siamo andati a visitare varie strutture ricettive (come l’albergo Le Ponant e il Campeggio-Residence La Pinede) in modo da offrire maggiori informazioni possibili ai nostri soci e ai naturisti che volessero recarsi in questo angolo di paradiso; lavoro di pubbliche relazioni che ha dato anche i suoi frutti portando a casa un inserto pubblicitario per la nostra rivista.Un gruppo di albergatori ha anche deciso di tesserarsi alla FENAIT attraverso l’Anita e sono disponibili a praticare condizioni di favore ai nostri soci particolarmente in bassa stagione.
Dopo la partenza di Carlo e Giulia del lunedì il tempo è volato e ci siamo così ritrovati “all’ultima cena” del martedì al Pomme d’Adame dove, il simpaticissimo proprietario, ci ha preparato una “table d’hote” semplice e poco costosa ma non per questo meno appetitosa.
Al mattino del primo maggio, sotto un cielo che per la prima volta stava rannuvolandosi, siamo scesi al porto a prendere il traghetto, non prima di aver salutato Pietro e famiglia che restavano ancora alcuni giorni, e i gentilissimi nostri “padroni” di casa Christian e Madame Brigitte.
Saliti sul battello che ci riportava alla terra ferma abbiamo salutato con un po’ di tristezza l’isola che ci aveva ospitato così generosamente in questi giorni di sole, e seguiti dai gabbiani che volteggiavano attorno a noi (tutto il pane restato l’avevamo portato per loro),abbiamo raggiunto nuovamente il porto di Le Levandou dove ognuno ,riprese le proprie auto, è ripartito verso casa con la promessa di rivederci al più presto e di ripeter l’esperienza, magari allargandola, anche in futuro.

Franca Iamele e Francesco Ballardini - Maggio 2002

vedi anche: Gita all'Ile du Levant: un luogo in cui fare ritorno


Facendo click qui potrai approfondire argomenti quali marina di alberese e vacanze nudiste.
Inoltre, potrai approfondire temi come campeggi naturisti.
Grillini: interrogazione parlamentare 31.07.2006 | Decimo Anniversario al Diaterna | Vacanzieri nudi alla meta | Comunicato sulla richiesta di autorizzazione Nido dell'Aquila (Comunicato autorizzazione Nido dell'Aquila) | Sconto crociere Turchia | Gita a Guvano | Da Gaeta per il sole in libertà | Grillini presenta un progetto di legge | Naturalmente nudi in riva al fiume | Incontro a Milano (Milano 24.10.04) | Incontro Giovani Naturisti Europei | copertina | menù principale | pagina iniziale




A.N.ITA. - Associazione Naturista ItalianaForumItalia Naturista - naturismo in italiaFederazione Intarnazionale Nauturista


sfoglia questo sito in modalità grafica (consigliato)