La lettera - "No a una caccia alle streghe"


 
Da Libertà di mecoledì 3 agosto 2005

LA LETTERA - "NO A UNA CACCIA ALLE STREGHE"



Siamo un gruppo di naturisti iscritti a federazioni nazionali. Nel pomeriggio di sabato 23 luglio, due nostri iscritti si trovavano in una zona che da anni, come è ormai risaputo, viene solitamente frequentata da naturisti. Vi si accede da un ripido sentiero, si deve guadare il torrente e si prosegue poi percorrendo verso valle circa un chilometro camminando pericolosamente su grandi sassi. Proprio per il suo difficile accesso, il posto resta ignorato dai frequentatori del Trebbia, che preferiscono più comodamente fermarsi nel punto dove si guada.
I nostri amici erano ovviamente nudi, come è ormai consuetudine nel posto, ma anche e, soprattutto, soli. All'improvviso sono stati avvicinati da carabinieri in borghese e denunciati per atti contrari alla pubblica decenza. Il sabato successivo alla stessa ora stesso copione, arrivo degli agenti e denuncia per tre persone.
Per poter "sorprendere" gli ignari naturisti che tranquillamente leggevano o prendevano il sole gli agenti hanno camminato quindi per circa una mezz'ora su quel percorso impervio, seguendo a colpo sicuro quelle indicazioni che noi stessi forniamo attraverso i vari siti internet. Sottolineiamo che una persona che espone il proprio corpo in quella zona, non può essere vista da strade, case o sentieri battuti.
Ovviamente gli agenti intervenuti che, tengo a sottolineare, si sono presentati agendo con gentilezza, disponibilità e professionalità, hanno "dovuto" esercitare il loro dovere, appioppandoci l'ormai per noi naturisti famoso art. 726 (atti contrari alla pubblica decenza).
Ci chiediamo a questo punto quali siano gli atti contrari ipoteticamente da noi commessi. Tutti quanti noi altri non siamo che normali cittadini rispettosi delle leggi, spogliati sì, ma senza ostentare la propria nudità; ricordiamo che per il naturista la riservatezza è un componente di primaria importanza, essa garantisce infatti calma e serenità. La mera esposizione del corpo nudo al sole non può essere considerata attività indecente. Per noi naturisti si tratta solo di un modo per meglio accostarsi alla natura che ci circonda, senza barriere artificiose.
Non esiste inoltre alcun articolo della Costituzione che proibisca la pratica del naturismo e per di più, la Corte di Cassazione è ormai solita stabilire che il naturismo non è reato. E' in mio possesso copia di alcune sentenze, mi riferisco ad esempio alla nr. 1765 e n. 3557 del 2000, in cui si dice che "il naturismo non è reato nei luoghi in cui è consuetudine" e "la nudità sfugge a qualsiasi rilevanza penale in particolari contesti settoriali" (per es. di tipo naturista). Non vorremmo pensare ad una nuova caccia alle streghe con tanto di riciclaggio della santa inquisizione.
Alcuni di noi frequentano l'area da oltre 20 anni, senza aver mai riscontrato episodi di intolleranza od altro da parte dei frequentatori della zona, neppure con chi occasionalmente vi transita, pescatori o canoisti e inoltre, quando nei periodi di maggior affollamento qualche bagnante in cerca di tranquillità si avvicina al punto in cui noi soggiorniamo, nella maggior parte dei casi esso si adegua di buon grado ai nostri costumi.
Siamo persone tranquille e pacifiche che non amano apparire, nella maggior parte dei casi interi nuclei famigliari spesso con bambini in tenera età, una comunità normale insomma, per questo non ha mai destato curiosità. Non c'è da meravigliarsi quindi se gli stessi carabinieri sono a testimonianza di ciò, non ricevendo mai in tutti questi anni nessun tipo di segnalazione a nostro riguardo, infatti, parlando personalmente con me al telefono, il comandante di una stazione locale ha manifestato tutta la sua sorpresa apprendendo dalle mie parole quanto il naturismo fosse radicato in zona.
Purtroppo qualche settimana fa la nostra attività è stata messa in relazione con fantomatici pirati, santoni e frequentatori di festini a base di stupefacenti. No signori, noi eravamo in loco molto prima di questa teppaglia e rifiutiamo nel modo più categorico di dividere con loro quel calderone. Il naturista solitamente è una persona equilibrata, non fa uso di alcool e non fuma ma, soprattutto, condanna fermamente l'uso di droghe. Nessuno di noi ha precedenti penali, nessun episodio che possa turbare la nostra moralità. Ci accomuna la passione per la natura e del vivere all'aria aperta.
Chiunque può conoscere il nostro pensiero consultando il nostro sito all'indirizzo www.pcnat.it. Purtroppo a Piacenza, la nostra condizione di "non vestiti" ci ha portato a essere ignorati anche da associazioni come Legambiente, che pone il problema ecologico al primo posto nell'odierna società industrializzata e che ha visto la bandiera col cigno sventolare a fianco di quelle delle nostre associazioni in più occasioni nel corso di vere battaglie all'inquinamento. Noi però, in modo del tutto autonomo e da convinti ecologisti, ci sobbarchiamo l'ingrato compito di ripulire ogni domenica sera le rive del torrente dai rifiuti "dimenticati" da bagnanti distratti. Abbiamo impedito più volte scempi nei boschi difendendo la vegetazione da inutili vandalismi, azione dettate dalla più totale stupidità; è anche successo di mettere in pericolo la nostra incolumità contrapponendoci ad intere bande di ragazzi ubriachi che accendevano fuochi nel bosco ed abbattevano senza motivo alberi anche ad alto fusto.
Questo succede da anni ogni domenica senza pubblicità od altro, unico nostro riconoscimento, quel tratto di torrente un po' più pulito ed un notevole aumento della sensibilità verso la natura e dell'educazione di chi lo frequenta. Non abbiamo sollevato noi tutto questo polverone, ora vorremmo solo essere dimenticati. Ci piacerebbe tornare nella tranquillità che quell'angolo di Trebbia ci ha fino ad ora riservato, sarà mai più possibile?



In questa pagina riceverai notizie riguardo riviste nudiste e escursioni naturiste.
Si parla inoltre di spiagge naturiste nudiste isola d'elba.
Tutti a piede libero | Gita all'Ile du Levant: un luogo in cui fare ritorno (Ile du Levant 2002 (di Elena e Roberto)) | Film: Nudisti per caso | Assemblea Ordinaria dei Soci | Incontro naturista a Muggiò (MI) | Sconto crociere naturiste in Croazia (Sconto crociere Croazia) | Naturisti: tutti d'accordo per una legge di settore | Gennaio 2012 | Febbraio 2012 | Lungo il Trebbia va in scena la battaglia del nudo (Trebbia: battaglia del nudo) | Congresso FNI/INF 2010 (Congresso 2010) | menù principale | pagina iniziale




A.N.ITA. - Associazione Naturista ItalianaForumItalia Naturista - naturismo in italiaFederazione Intarnazionale Nauturista


sfoglia questo sito in modalità grafica (consigliato)