Naturisti alla conquista di Nido dell’Aquila


 
Da Il Tirreno di domenica 6 agosto 2006

NUOVO TURISMO: il boom della tintarella integrale
Sempre più persone praticano il nudismo. Domenica a Rimigliano erano 450
Quest’estate controlli più stretti. Vigili e carabinieri presidiano le dune


Naturisti alla conquista di Nido dell’Aquila


Il prossimo anno potrebbero avere in concessione i 300 metri di litorale


di Angela Feo

SAN VINCENZO. Sulla spiaggia, domenica scorsa, erano in 450. Nido dell’Aquila, a sud di Rimigliano, è ormai uno dei luoghi di ritrovo privilegiato da coloro che amano stare al mare come mamma li ha fatti. Tedeschi, olandesi, qualche americano, e tanti altri che da tutta Italia raggiungono questo lembo della costa sanvincenzina, dove si incontrano da più di 30 anni. Più volte le associazioni naturiste hanno chiesto al Comune di avere in gestione quei 300 metri di spiaggia. Un’idea che sembra sempre più concreta. Ad animare questa convinzione è stata anche la legge della Regione Emilia Romagna approvata pochi giorni fa sulla “Valorizzazione del turismo naturista”.
«È una normativa che riconosce la potenzialità turistica del naturismo - commenta Massimo Guiggiani, presidente dell’Anita, Associazione naturista italiana - Devo ammettere che però alcuni passi avanti sono stati fatti anche qui. Da quest’anno ad esempio ci sentiamo più tutelati».
Nella duna e nelle zone adiacenti a Nido dell’Aquila, c’erano infatti stati problemi a causa di guardoni o scambisti che, attirati dalla presenza dei nudisti, stazionavano dietro le dune. «Per questo il Comune ha deciso di intervenire - spiega Kety Pini, assessore all’ambiente e alla qualità urbana - Quei luoghi sono controllati continuamente dai vigili, dalle guardie dell’Ente Parco e dall’Associazione nazionale dei carabinieri, un gruppo di volontari in congedo».
Quanto alla disponibilità a riconoscere ufficialmente Nido dell’Aquila come spiaggia naturista, «da parte del Comune c’è una disponibilità a formalizzare una situazione che di fatto esiste da molti anni», spiega anche Elisa Cecchini, assessore al turismo.
E se Guiggiani confida che il riconoscimento possa arrivare entro l’anno, sulle modalità organizzative che dovrebbe avere il futuro “bagno”, le polemiche non mancano.
«Occorre creare le condizioni per una convivenza che consideri le esigenze di tutti - commenta Fabio Di Bonito, vicesegretario provinciale della Margherita ed ex assessore sanvincenzino - La legge dell’Emilia Romagna prevede finanziamenti ai Comuni per attrezzare le aree e perché siano ben delimitate. Il che significa costruire recinzioni, come siepi o canneti. Sarebbe una sorta di protezione per tutti».
Ma di questo Guiggiani non vuole neanche sentire parlare: «La zona naturista è ben segnalata dalla presenza di cartelli e bandiere. Sono più che sufficienti, non abbiamo bisogno recinti che avrebbero l’unica funzione di ghettizzarci. Quanto a bar ed altro, noi preferiamo che la spiaggia resti com’è adesso, con le sue caratteristiche naturali che la rendono così bella».
Molto scettico rispetto allo sdoganamento del naturismo a Nido dell’Aquila è Carlo Alberto Roventini, ex sindaco di San Vincenzo, oggi presidente della Marina di San Vincenzo. «Il nostro è un litorale unico e può essere tutto transitato - dice - Per questo bisogna entrare nell’ottica di tutelare la sensibilità di chi i nudisti preferirebbe non vederli. Credo dunque che altri spazi, ad esempio verso Castagneto, sarebbero più adatti perché meno frequentati».
In realtà però, chi i naturisti ce li ha accanto, non si lamenta. «Col buon senso si può perfettamente coabitare in una zona di mare frequentata da diverse tipologie di bagnanti - dice Paolo Camelli, che gestisce il Podere Tuscania, a 150 metri da Nido dell’Aquila - dare in concessione la spiaggia ai naturisti potrebbe essere anche un modo per responsabilizzare in prima persona l’Anita e per far sì che i turisti che praticano nudismo seguano le regole dell’associazione».



Seguendo questo link riceverai notizie riguardo viaggi naturisti e spiagge naturiste nudiste veneto.
Inoltre, potrai approfondire temi come naturista.
Grillini: Interrogazione sul naturismo 19.10.2005 | Incontri naturisti a Milano (Piscina a Milano) | Un bel modo per diventare naturisti | Il sindaco di Grosseto si mobilita | Capocotta, salviamo le dune | Incontri Naturisti a Milano | La giornata della serenità naturista | Assemblea Nazionale 2009 | Se le leggi ci sono, vanno rispettate (Le leggi vanno rispettate) | Capocotta: oltre il danno la beffa | Gruppo Naturisti Ticino | menù principale | pagina iniziale




A.N.ITA. - Associazione Naturista ItalianaForumItalia Naturista - naturismo in italiaFederazione Intarnazionale Nauturista


sfoglia questo sito in modalità grafica (consigliato)