Riflessioni naturiste…ricordando la Corsica


 
Essendo un animale estivo e solare entro sempre con una certa malinconia nel cambiamento delle stagioni che portano all’inverno. E tuttavia è nelle stagioni il senso dell’attesa del ritorno, della voglia di sognare un nuovo anno, una nuova estate, un’estate come quella che ho in parte trascorso in Corsica ad agosto, nel mio mese di vacanza.

Dopo oltre dieci anni di Croazia, peraltro comoda mèta per me che sono veneto, ho deciso, anche consigliato dal mio caro amico Mario, che ho conosciuto tra i circuiti di un computer e che ha formalizzato la mia anima naturista con una tessera, di cambiare posto, di vedere altri luoghi, altri ambienti naturisti.

Voglio premettere che, contrariamente alle mie abitudini, quest’anno sono partito solo, da single quale sono – sorrido a chi sorride di me e a chi ha sorriso, anche tra i naturisti iscritti – con animo sereno, con il desiderio di stare bene, di riposarmi, di conoscere gente, di godere della natura nella libertà e naturalezza della nudità.

Quindi zaino e tenda in spalla sono partito per la Corsica, arrivato a Bastia e quindi a Portovecchio, al campeggio del Villaggio “La Chiappa”. Mi piace arrivare in luoghi che non conosco e dove non conosco nessuno perché amo percorrere la natura cercando di capirla e così ho fatto, anche quando studiavo semplicemente il luogo dove mettere la tenda. Dei tedeschi stavano smontando la loro al mio arrivo, ci siamo salutati, ho chiesto loro come girava il sole ed ho deciso di fermarmi lì.

Primo atto della vacanza è stato liberarmi degli inutili vestiti, ho respirato profondamente per quanto stavo bene. Finito il “lavoro”, conficcati nel terreno gli ultimi picchetti, mi sono diretto verso la piscina e la spiaggia, curioso di conoscere l’ambiente. Il bagnino, un ragazzo francese col quale ho fatto subito amicizia, mi ha salutato. Mi è piaciuto subito il clima che percepivo perché, anche prima di conoscere singolarmente le persone, è una sensazione che senti a livello di pelle, guardandoti attorno, osservando gli sguardi.

Sono bastati davvero pochi giorni per stringere amicizia con molti ragazzi e ragazze ma anche con famiglie con bambini; ricordo con affetto una giovane coppia di Roma con due gemelle, con la quale sono rimasto in contatto ed altre amicizie che ancora continuano e spero continueranno. Sorrido ancora di più dentro di me se ripenso alle volte che ho discusso con alcuni naturisti patentati sulla giusta necessità – secondo loro – di considerare sempre potenzialmente pericolosi i ragazzi soli. Se non erro qualche campeggio naturista (?) italiano – ma io direi razzista – ha preso talmente alla lettera questo concetto da formalizzarlo nel suo regolamento.

Sono felice della vacanza che ho trascorso, della gente che ho conosciuto, dei sentieri che ho percorso libero e nudo per raggiungere altre spiagge, della natura rigogliosa e profonda che ho visto. Quanto si trasformano in miseria tanti discorsi…non esiste giustificazione o esperienza negativa che possa rendere qualcuno, a priori, pericoloso.

Esistono delle regole, è vero, e tuttavia tali regole devono fondarsi su valori condivisi. Io credo molto nel Naturismo, credo che abbia molto da insegnare a molti, credo che fondi il suo senso nel rispetto, nella serenità e correttezza dei rapporti, nell’accettazione della persona, qualunque e comunque sia.

Non credo che la chiusura per paura sia un buon modo di difendersi, per progredire e crescere. Credo sia necessario l’esatto contrario: aprire e contemporaneamente fare cultura naturista.

Essere poi fermi sui principi, certo, ed anche rigidi verso chi non li rispetta!

Mi permetto di chiudere dicendo che è ridicolo e costitutivamente contraddittorio organizzare eventi, occasioni (serate o incontri in piscina “preferibilmente rivolti a coppie o famiglie”) o luoghi dove si preferisce una categoria piuttosto che un’altra. Forse dovrebbe essere rivisto anche qualche statuto…

Leonardo Modulo - Padova



Facendo click qui riceverai notizie riguardo club nudista e naturisti.
Inoltre, potrai approfondire temi come cinque terre.
Nudi sulla spiaggia? Si può. | Iscrizione all'ANITA | Capocotta non basta, vogliamo Castelporziano | Resoconto raduno in difesa del naturismo | Naturisti alla conquista di Nido dell’Aquila | Grillini: Interrogazione sul naturismo 19.10.2005 | Incontri naturisti a Milano (Piscina a Milano) | Un bel modo per diventare naturisti | Il sindaco di Grosseto si mobilita | Capocotta, salviamo le dune | menù principale | pagina iniziale




A.N.ITA. - Associazione Naturista ItalianaForumItalia Naturista - naturismo in italiaFederazione Intarnazionale Nauturista


sfoglia questo sito in modalità grafica (consigliato)