Romito paradiso dei nudisti


 
da Il Tirreno di venerdì 8 agosto 2003

Scogli del Romito, paradiso dei nudisti


In aumento gli amanti del nude look a Sassoscritto e a Calignaia

Daniela, commessa: «Credono che la nostra sia una perversione. Invece è il miglior contatto con la natura»

di Emiliano Liuzzi


LIVORNO. Quasi non li vedi, mimetizzati dall'abbronzatura colore degli scogli. Hanno occupato due calette, una al Sassoscritto un'altra poco distante da Calignaia. In maggioranza sono uomini, ma il weekend, il popolo dei naturisti, si anima, e arrivano a essere un centinaio.
Turisti di passaggio, talvolta stranieri, oppure livornesi, che praticano il naturismo (o nudismo, come lo si vuole chiamare) sulla costa. Nudi, immersi nella natura, nello scoglio, nel verde e nel mare. «Un contatto fisico», dice Daniela, 32 anni, commessa a Livorno. «Un modo di vivere che mi rigenera dopo una settimana di stress. Qui c'è un gruppo storico, ci conosciamo da anni, nessun imbarazzo. Poi ci sono quelli di passaggio, gli stranieri, soprattutto tedeschi, che vivono il naturismo con molta più libertà e meno repressione di quanto avvenga da noi. E naturalmente ci sono i guardoni, ormai li conosciamo, uno per uno. Non ci facciamo quasi più caso. Si appostano a pochi metri, non si spogliano, e scrutano. Nessuna molestia, per carità, sarebbe la rivoluzione, perché siamo un certo numero. Ma è seccante. Non resta che farci l'abitudine».
Non potrebbe esserci posto migliore che in questi due angoli di paradiso. E' vero, non si è riparati, capita che a pochi metri di distanza ci siano famiglie al completo, con ombrellone e borsa frigo. «Qualcuno va via, altri ci ignorano», dice ancora Daniela. «Il guaio è che qualcuno pensa che siamo pervertiti, che una donna che si spoglia al mare lo fa altrettanto facilmente a letto. Non è il mio caso, non sono per niente facile, nonostante non abbia un legame fisso e mi tocca venire spesso da sola. Per fortuna ci sono gli amici, quelli che la pensano come me».
Luoghi, quelli del Romito, che si sono popolati nel corso di questi anni, anche grazie a Internet, dove la segnalazione della naked area è dettagliata e alla portata di tutti: bastano un motore di ricerca e la parola magica. «Area Sassoscritto, località Romito», si legge in un sito. «La discesa per arrivare al mare è decisamente ripida, ma piuttosto breve. Il luogo merita di essere visitato». Così sono arrivati un po' da tutte le parti della Toscana. Se prima erano in pochi, e solo al Sassoscritto, adesso l'area si è allargata. Poi Livorno è tollerante e libertaria per natura, non c'è alcun tipo di repressione da parte delle forze dell'ordine, come invece avviene in altri luoghi. «Vengo qui», dice Flavio, 40 anni, fiorentino, «perché dalle altre parti ci hanno sempre creato problemi. Questa non credo sia un'area, come si dice, autorizzata. Ma non ho mai visto un poliziotto, non ci sono mai state proteste, quando invece ce ne sono state ovunque ci siamo spostati. Guardoni? Certo, quelli non li elimina nessuno, sono ovunque. L'importante è non essere disturbati, sono loro ad avere problemi, non noi. Ricambiamo così la tolleranza con la quale veniamo accolti ormai da più di dieci anni. Quanti siamo? Intanto è bene precisare che la maggioranza sono uomini o coppie sposate, raro che vengano ragazze da sole, in poche fanno eccezione. Durante la settimana, qui, a Sassoscritto ci saranno sì e no una decina di persone. Molte di più nel weekend, è assolutamente normale».
Ci si sposta dopo Calignaia. La discesa al mare è all'altezza di un cippo. Anche in questo caso ripida, ma breve. Questo luogo è una delle ultime scoperte dei naturisti, e anche qui valgono le stesse regole: tutti assolutamente tolleranti. Convivono, naturisti e no, separati da pochi metri. Una linea immaginata e non definita. Qualcuno si apparta tra gli scogli, altri si godono il sole più in vista: «Esibizionisti? Non direi, la gente sa, se vengono qui è per scrutare. Tutto bene, purché nessuno ci disturbi».


In questa pagina riceverai notizie riguardo naturisti e escursioni naturiste.
Si parla inoltre di spiagge naturiste nudiste toscana.
Riflessioni naturiste…ricordando la Corsica | Nudi sulla spiaggia? Si può. | Iscrizione all'ANITA | Capocotta non basta, vogliamo Castelporziano | Resoconto raduno in difesa del naturismo | Naturisti alla conquista di Nido dell’Aquila | Grillini: Interrogazione sul naturismo 19.10.2005 | Incontri naturisti a Milano (Piscina a Milano) | Un bel modo per diventare naturisti | Il sindaco di Grosseto si mobilita | Capocotta, salviamo le dune | menù principale | pagina iniziale




A.N.ITA. - Associazione Naturista ItalianaForumItalia Naturista - naturismo in italiaFederazione Intarnazionale Nauturista


sfoglia questo sito in modalità grafica (consigliato)