Vacanzieri nudi alla meta


 
Da Il Mattino di Padova, La Tribuna di Treviso, La Nuova Venezia di mercoledì 3 agosto 2005

VACANZIERI NUDI ALLA META


La riscossa dei naturisti
Sono cinquecentomila e tre progetti di legge vogliono dare loro spazio


di Marina Grasso

Paura per la «prova bikini»? Una soluzione potrebbe essere non indossarlo affatto. Cuscinetti di grasso e rilassatezza dei tessuti sono tra gli incubi più ricorrenti di chi sa di non poter esibire una forma invidiabile. Così che la ricerca del costume ideale diventa un vero e proprio tormentone per chi è in partenza per le spiagge. Ma c’è anche chi preferisce esporsi allo sguardo altrui senza fare nulla per mascherare le proprie imperfezioni con pose strategiche e parei avvolgenti, o esibendo pantaloncini da bagno o bikini griffati: sono coloro che preferiscono mostrarsi nudi, e godere di questa forma di libertà.
E sono un vero e proprio popolo: sono i circa quattro-cinquecento mila (difficile stimarli con maggior esattezza) naturisti italiani, sei mila dei quali sono iscritti alle sei associazioni aderenti alla Fenait, la Federazione naturista italiana. Famiglie, coppie, gruppi di amici che fanno fatica a trovare i propri spazi sulle coste italiane, nonostante vi siano spiagge notoriamente nudiste, e che in Italia rischiano ogni estate le denunce di qualche anima scandalizzata alla vista di uomini e donne nudi come mamma li ha fatti. E’ successo qualche settimana fa a Caorle, quando undici uomini ed una donna sono stati denunciati per aver preso il sole nudi sulla spiaggia della Brussa. Anche se due sentenze della Corte di Cassazione hanno stabilito che in Italia il naturismo è da considerarsi legittimo nei luoghi in cui è diventato consuetudine, così come a Brussa.
E mentre i naturisti italiani «rischiano», la rivista «Focus» in edicola in questi giorni pubblica l’esito di un sondaggio tra i propri lettori: il 58,72% si dichiara d’accordo a prendere il sole integrale dove è consentito farlo; il 69,14% si metterebbe nudo se tutti lo fossero. Soltanto il 29,33 % dei partecipanti al sondaggio considera il nudo in spiaggia un fatto erotico mentre il 39,39% si dichiara indifferente e il 31,28% nega qualsiasi collegamento tra l’erotismo e il nudismo, mentre l’82,99% lo considera naturale.
Numeri incoraggianti per chi da decenni pratica e promuove il naturismo, come Gianfranco Ribolzi, presidente della Fenait. «Oggi in Europa ci sono circa 25 milioni di naturisti - spiega - ma in Italia esistono sia vincoli culturali, sia una scarsa considerazione politica: le difficoltà cui vanno incontro i nudisti spaziano dalle super multe di 516 euro alle denunce penali. E anche se queste ultime sono illegittime e cadono immediatamente, non donano grande serenità a chi invece la ricerca attraverso un rapporto più diretto con la natura e con gli altri esseri umani».
L’intolleranza nei confronti del naturismo sembra una faccenda esclusivamente italiana, nell’Europa dove esistono circa 1.500 campeggi e arenili destinati al naturismo che richiamano circa mezzo milione di naturisti italiani che lì si confrontano non solo con una cultura diversa ma anche con strutture adeguate. E’ sempre Ribolzi a spiegare che «in Francia ci sono strutture magnifiche, alcune certificate ISO 9000. In Spagna si stanno effettuando investimenti incredibili nella costruzione di villaggi naturisti. In Croazia, poi, la cultura del nudismo è nata sull’Isola di Rab già nel 1934 e si è imposta negli anni Cinquanta in tutte le isole e oggi proporre numerosi campeggi anche lungo tutta la costa, frequentatissimi soprattutto da naturisti veneti e friulani». Che sono mezzo milione di turisti «perduti» dagli operatori turistici delle italiche coste, senza contare i naturisti stranieri che non possono scegliere una vacanza in Italia perché carente di strutture a loro riservate.
E’ forse questo il numero che potrà sollecitare una celere discussione dei tre Progetti di legge che giacciano in Parlamento, uno dei Ds (primo firmatario Franco Grillini) uno dei Verdi (Pecoraro Scanio) ed uno di Forza Italia (Massidda). Secondo Ribolzi «Esistono imprenditori che, con le opportune certezze legislative, sarebbero felici di investire in questa fetta di mercato con strutture ad hoc per i naturisti italiani e per il turismo naturista. Ma l’Italia sembra, ancora oggi, voler sovrapporre un giudizio moralistico alle individuali scelte di vita e di costume, limitando la varietà dell’offerta turistica del nostro paese e rinunciando a cospicui benefici economici e di immagine».
Intanto, chi ha «superato», mentalmente - s’intende, la «prova costume» può anche provare a toglierselo. Ma se vuole farlo in tranquillità ed usufruendo di adeguate strutture, ha a sua disposizione solo i sette villaggi Fenait e due spiagge autorizzate in tutta la penisola, oltre a qualche spiaggia dove «rischiare» (non solo denunce, ma anche incontri poco piacevoli, dal momento che - in odor di clandestinità - richiamano più facilmente guardoni ed esibizionisti). Oppure le strade che portano oltreconfine.

NEL VENETO

I pochi luoghi dove si può

Sono poche, in tutta Italia, le strutture autorizzate ed attrezzate per naturisti (camping, villaggi e agriturismi, in tutto sette) in Italia e nel Veneto si segnalano solo alcune spiagge libere frequentate da naturisti. La Federazione Naturista Italiana riconosce solo quelle del Lido di Venezia e di Eraclea, ma oltre ad esse ci sono alcuni altri luoghi che sono tradizionale ritrovo di naturisti e dove il nudismo è solitamente tollerato.

VENEZIA

Lido di Venezia: costa degli Alberoni, tra le dune della località ai «Murassi».
Laguna dell’Isola del Mort: spiaggia con pineta, tra il Lido di Eraclea e la foce del fiume Piave (zona Cortellazzo di Lido di Jesolo); si accede dalla parte di Eraclea.
Brussa: spiaggia con dune e pineta nell’area di una colonia abbandonata, tra Bibione e Caorle.
Chioggia: spiaggia in località Brondolo, alla foce del fiume Brenta.

VERONA - LAGO DI GARDA

Rocca di Manerba: in direzione Porto Dusano, si arriva - a piedi lungo un sentiero in direzione della Rocca - ad una spiaggia frequentata non esclusivamente da naturisti.
Spiaggia di Punta S. Virgilio: l’area naturista è in fondo alla località Baia delle Sirene, sulla destra.
Malcesine, Loc. Tempesta: al confine tra Trentito Alto Adige e Veneto, lungo la Statale Riva del Garda, all’ultima galleria prima di Torbole, si scende per un sentiero fino alle spiaggette.
Torri del Benaco: Lido di Calafiorita, che si trova dopo Punta S.Vigilio, 3 Km prima di Torri del Benaco.

PADOVA

Spiaggia naturista sul Brenta: vi si accede a piedi, lungo gli argini di via Zanon, dopo via Pontevigodarzere.
Fontaniva: lungo la statale da Cittadella per Vicenza, prima del ponte sul Brenta a sinistra, quindi proseguire a piedi per il lungofiume.

ROVIGO

Rosolina Mare: lungo la strada per Porto Caleri, si arriva ad una spiaggia libera dove vi è un’area frequentata da naturisti.
Santa Maria Maddalena: lungo il Po, sulla statale Bologna-Padova (imboccare la strada arginale a destra dopo il sottopassaggio ferroviario).
Per chi ha voglia di fare un po’ di strada in più «per non correre rischi», va segnalato che una delle due spiagge naturiste autorizzate in Italia (oltra alla celebre Capocotta romana) è a Ravenna, presso il Lido di Dante (dove esiste anche un camping naturista). E che il naturismo è ben tollerato anche in alcune località del vicino Trentino Alto Adige, in apposite aree presso il Lago di Caldonazzo, il Lago di Terlano e il Torrente Leno. (m.g.)



Qui riceverai notizie riguardo campeggi nudisti e spiagge naturiste nudiste veneto.
Inoltre, potrai approfondire temi come legge nudismo.
Comunicato sulla richiesta di autorizzazione Nido dell'Aquila (Comunicato autorizzazione Nido dell'Aquila) | Sconto crociere Turchia | Gita a Guvano | Da Gaeta per il sole in libertà | Grillini presenta un progetto di legge | Naturalmente nudi in riva al fiume | Incontro a Milano (Milano 24.10.04) | Incontro Giovani Naturisti Europei | copertina | Pranzo con conferenza del 18.12.2005 (18.12.2005 Cisliano MI Pranzo con conferenza) | Eventi internazionali | menù principale | pagina iniziale




A.N.ITA. - Associazione Naturista ItalianaForumItalia Naturista - naturismo in italiaFederazione Intarnazionale Nauturista


sfoglia questo sito in modalità grafica (consigliato)